Corpo Europeo di Solidarietà

Cos’è il Corpo europeo di solidarietà?

Il Corpo europeo di solidarietà è la nuova iniziativa dell’Unione europea che offre ai giovani opportunità di lavoro o di volontariato, nel proprio paese o all’estero, nell’ambito di progetti destinati ad aiutare comunità o popolazioni in Europa.

Tutti i giovani che entrano a far parte del Corpo europeo di solidarietà ne accettano e condividono la missione e i principi.

Puoi aderire al Corpo europeo di solidarietà a partire dai 17 anni, ma devi averne almeno 18 per poter iniziare un progetto. I progetti saranno aperti a persone fino a 30 anni.

Dopo aver completato una semplice procedura di registrazione, i partecipanti al Corpo europeo di solidarietà potranno essere selezionati e invitati a unirsi a un’ampia gamma di progetti, connessi ad esempio alla prevenzione delle catastrofi naturali o alla ricostruzione a seguito di una calamità, all’assistenza nei centri per richiedenti asilo o a problematiche sociali di vario tipo nelle comunità.

I progetti sostenuti dal Corpo europeo di solidarietà possono durare fino a dodici mesi e si svolgeranno di norma sul territorio degli Stati membri dell’Unione europea.

Ti interessa?

Se le sfide non ti spaventano e hai voglia di dedicarti ad aiutare gli altri, entra subito a far parte del Corpo europeo di solidarietà!

Clicca sotto per iniziare la procedura di registrazione. Per semplificare al massimo la procedura puoi accedere utilizzando l’account di un social, oppure puoi crearne uno tramite EU Login.

PARTECIPA ANCHE TU

E’ possibile fare lo SVE e partecipare anche a Corpo europeo di solidarietà?

Il Servizio volontario europeo (SVE), già scomparso con questa denominazione e divenuto Attività di volontariato in Erasmus+, sarà parte integrante del Corpo europeo nel momento in cui quest’ultimo verrà approvato definitivamente come programma autonomo.  Al momento della registrazione al Corpo ti viene chiesto di indicare l’esperienza SVE precedentemente svolta, così che non ti verranno offerte opportunità di volontariato nell’ambito del Servizio volontario europeo. Resta, infatti, impossibile svolgere due volte lo SVE, nemmeno tramite il Corpo europeo di solidarietà.